FDA CAMBIA I BUGIARDINI DELLA PILLOLA DEL GIORNO DOPO

Come sicuramente avrete già sentito, da molto tempo proseguono in America le proteste con tema principale l’aborto; ci si può imbattere in molte persone a favore di questo diritto e allo stesso modo in chi è assolutamente contro la pratica.

 

Diverse associazioni pro-vita e anti-aborto hanno messo in discussione non solo gli interventi e le pillole abortive utilizzate per l’interruzione volontaria di gravidanza, ma anche la famosa pillola “Plan B”, vale a dire la pillola del giorno dopo.

 

Perché questo?

Sul foglietto illustrativo di questo farmaco ed altri generici (considerati farmaci da banco e spesso acquistabili addirittura nei supermercati) veniva indicata la possibilità della pillola di evitare l’annidamento dell’ovocita fecondato nell’utero, ragione che ha portato gli anti-abortisti a considerare la pillola per la contraccezione d’emergenza come un effettivo mezzo abortivo in quanto considererebbero l’ovocita fecondato già come una vita.

 

Principalmente per questa motivazione, la FDA ha deciso di rimuovere il paragrafo incriminato dai foglietti illustrativi dei farmaci, e quindi in ogni confezione sarà specificato che il levonorgestrel (componente della pillola) non impedisce all’ovocita fecondato di impiantarsi nell’utero, poiché non c’è alcuna evidenza scientifica che questo avvenga.

 

E voi, cosa ne pensate?

Fatecelo sapere nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.