Infezioni sessualmente trasmesse

mani_reteLo dice la parola stessa, sono infezioni che si prendono facendo l’amore. I sintomi nelle ragazze si manifestano con delle perdite dalla vagina, prurito, rossore, piaghette e gonfiore della vulva, che sono i genitali esterni. Nella maggior parte dei casi sono solo fastidiose, ma alcune di queste possono essere pericolose. I rischi sono due:

  • Sterilità secondaria: Alcune infezione possono provocare dei danni permanenti sia a livello delle tube che dell’epididimo, ossia la parte dell’apparato genitale maschile che immagazzina gli spermatozoi.
  • Infezioni molto gravi da HIV (A.I.D.S.), HCV che possono provocare dei danni molto gravi alle persone affette.

COME PREVENIRLE?

L’unico modo per prevenire le MST è l’uso del preservativo, il quale va indossato dall’inizio del rapporto. Il preservativo va usato in tutti i rapporti, anche la prima volta.

Si tratta di un virus estremamente fastidioso; come tutti i virus entra nelle cellule e può rimanerci anche per molto tempo in modo “asintomatico”, aspettando il momento in cui abbiamo le difese immunitarie un po’ più basse ( stress, influenza, ecc..ecc..) per potersi manifestare. I sintomi sono piccole vescicole rotondeggianti che tendono a riunirsi a grappoli che rompendosi lasciano delle piccole ferite che scompaiono dopo due settimane.
Cura: la terapia è a base di antivirali in compresse.

L’HIV è un virus che distrugge progressivamente alcune cellule dell’organismo. Queste cellule aiutano il tuo organismo a proteggerti dalle infezioni per tanto distruggendo queste cellule il tuo corpo si ammala. Bisogna sapere che, una volta contratto il virus, spesso si è asintomatici anche per diversi anni. Tutte le persone infette, che non sono in terapia, possono trasmettere il virus.

L’AIDS è la malattia da immunodeficienza acquisita causata dal virus HIV che attacca il sistema immunitario e rende la persona più suscettibile alle infezioni e alla formazione di tumori, tali patologie possono essere responsabili della morte della persona che ha contratto il virus HIV.

Dove c’è un dubbio se si hanno avuto rapporti a rischio è importante una diagnosi precoce proprio per poter iniziare, quanto prima, una terapia adeguata per migliorare la qualità e la durata della propria vita. L’unica diagnosi è eseguire quanto prima un test, ricordando che esiste un periodo, chiamato “finestra”, di circa 6 mesi. Occorrere quindi ripetere il test.

Cura: Non esiste una terapia risolutiva al momento. Si utilizzano dei farmaci anti retro-virali che rallentano il virus.

PAPILLOMA VIRUS

http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?lingua=italiano&id=14&area=Malattie_sessualmente_trasmissibili

Esistono molti tipi (ceppi) di papilloma virus. L’infezione da papilloma virus si trasmette per via sessuale; rappresenta il principale fattore di rischio per il carcinoma della cervice uterina. Per questo virus esiste un vaccino che protegge  dai ceppi più pericolosi. E’ importantissimo però ricordare che: anche se vaccinate le ragazze devono eseguire il PAP-TEST, il quale è l’unico vero esame di prevenzione di un tumore oggi esistente.

Il virus imputato è sempre il papilloma virus ma questa manifestazione è data da condilomi diversi e meno pericolosi di quelli che esitano nel tumore della cervice. Non si ha quindi alcun tipo di copertura dai condilomi con il vaccino di cui abbiamo parlato prima. I condilomi sono escrescenze che si localizzano ai genitali (interni ed esterni nelle donne) e alle zone circostanti (regione perianale sia nell’uomo che nella donna), dopo un periodo di incubazione che varia da 1 a 8 mesi. La manifestazione iniziale è rappresentata da una piccola escrescenza che rapidamente si moltiplica e non sono dolorose.

Cura: il trattamento può essere farmacologico o chirurgico a seconda dei casi e sempre a discrezione del ginecologo o dei centri prevenzione MST.

SIFILIDE

E’ un infezione causata da un batterio trasmissibile principalmente con il contatto diretto con le lesioni infette ( sesso vaginale, anale o orale), o attraverso la placenta da madre a feto.Ci sono 3 stadi della malattia, fino alla scoperta degli antibiotici era una malattia che portava a morte il paziente. Il  primo stadio si manifesta con l’insorgenza di una pustola a livello degli organi sessuali che guarisce spontaneamente dopo qualche tempo. Nel secondo stadio il batterio si diffonde negli organi e c’è una manifestazione con eruzioni cutanee e delle mucose, stanchezza, perdita di capelli. Nel terzo stadio dopo vari anni la malattia si diffonde negli organi principali (cuore, reni e cervello). Se non diagnosticata e curata porta a morte il paziente. La diagnosi si fa tramite un prelievo di sangue, la trasmissione avviene tramite rapporti sessuali o durante la gravidanza mamma-feto, la terapia è antibiotica. E’ un’infezione che è ricomparsa e sovente colpisce le coppie omosessuali con infezioni reiterate.

TRICHOMONAS VAGINALE

L’infezione da trichomonas si trasmette attraverso i rapporti sessuali; colpisce soprattutto le donne, interessando uretra, vagina, cervice e qualche volta anche le vie urinarie

GONORREA

E’ l’unica infezione che provoca una sintomatologia al maschio, con una fuoriuscita purulenta e dolorosa dal pene e bruciore ad urinare. Presenta un breve periodo di incubazione ( 2/5 giorni).

Cura: la  terapia antibiotica è di coppia. Se non curata  a dovere, la gonorrea può portare ad alcune complicazioni tra cui la sterilità.

CLAMIDIA

La clamidia è una delle malattie sessualmente trasmissibili più diffuse sotto i 20 anni; si può trasmettere tramite rapporti  vaginali o anali. L’infezione è asintomatica, spesso quindi diagnosticata solo se ci sono complicanze (infezioni alla zona pelvica, delle tube) ma è una di quelle infezioni che a seconda di dove si instaura (tube per le donne, uretra e testicoli per gli uomini) può dare sterilità. La diagnosi si effettua tramite un esame batteriologico.

Cura:la terapia antibiotica  è di coppia.

CANDIDA

La candida è un’infezione molto frequente tra le ragazze, ma anche tra i ragazzi. Di fatto non può rientrare le malattie ma è un’infezione ed è comunque corretto menzionarla. Il responsabile della candida è un fungo.

Cura: Terapia anti-micotica per la coppia.

I centri MST della Città di Torino a cui puoi rivolgerti.

Ospedale Amedeo di Savoia
Ambulatorio IST (corso Svizzera, 164 – Padiglione C – Rudigoz)
Telefono: 011.439.3788
Mezzi pubblici: 3; 9

Ospedale San Lazzaro
Centro MST (via Cherasco, 23 – piano terra)
Telefono: 011.633.5884
Mezzi pubblici: tram 1; bus 34, 35, 74
Giorni e orari
accettazione visite ed esami: lunedì – venerdì dalle 8 alle 10 (massimo 30 pazienti al giorno).

Ospedale S. Anna
Centro MST (corso Spezia, 60)
Telefono: 011-3134908; fax: 011-6638681
Mezzi pubblici: tram 1; bus 34, 35, 42
Giorni e orari
lunedì – venerdì dalle 13 alle 15 (solo per le donne)
giovedì dalle 16 alle 17.30 (solo uomini)
Prenotazione: presso il CUP dell’Ospedale (Centro Unificato Prenotazioni), via Ventimiglia 1 (piano terra) dal lunedì al venerdì ore 8 – 16 (tel. 011.664.0510 ore 8 – 15.30 dal lunedì al venerdì)