La pillola del giorno dopo

La pillola del giorno dopo è un contraccettivo d’emergenza, ovvero un metodo contraccettivo in grado di fornire alla donna un mezzo privo di rischio per prevenire una gravidanza indesiderata dopo un rapporto sessuale non protetto, o in caso di fallimento del metodo contraccettivo.

Come contraccettivi di emergenza ormonali, sia la pillola del giorno dopo sia la pillola dei cinque giorni dopo devono essere prese il prima possibile per far sì che abbiano la miglior efficienza.

Ma come funziona la pillola del giorno dopo?

I contraccettivi d’emergenza ormonali agiscono prima dell’ovulazione, facendola ritardare o inibendola, impedendo così che si possa verificare la fecondazione.

E’ importante ricordare che non esiste un momento del ciclo esente dal rischio di gravidanza, specialmente se i flussi sono irregolari, e dunque non esiste un momento in cui, a seguito di un rapporto sessuale non protetto, sia inutile l’assunzione del contraccettivo di emergenza;

In molti si chiedono anche se la pillola del giorno dopo sia pericolosa per la salute. A tal proposito l’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) ha stabilito che non vi è alcuna condizione nella quale il rischio derivante dalla contraccezione d’emergenza ne superi il beneficio. Non sono necessarie visite o esami del sangue prima dell’assunzione e non è indicato alcun follow-up dopo. Si raccomanda solamente l’esecuzione di un test di gravidanza se la mestruazione ritarda o non ha le caratteristiche solite.

Non vi sono segnalazioni circa un aumentato rischio per la salute con assunzioni ripetute, ma è importante ricordare che la contraccezione di emergenza è la misura estrema, quindi andrebbe utilizzata solamente nel caso in cui il contraccettivo che si usa solitamente non funzioni, ad esempio in caso di rottura del preservativo. E’ dunque importante utilizzare metodi contraccettivi sicuri già durante il rapporto sessuale.

Ma come e dove si può prendere la pillola del giorno dopo?

Con la determina AIFA n. 219 dell’1 febbraio 2016, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 52 del 3 marzo 2016 è stato soppresso l’obbligo di prescrizione per il farmaco Norlevo, ovvero la pillola del giorno dopo, per le donne italiane maggiorenni, mentre per quanto riguarda le ragazze minorenni è necessaria la prescrizione “non ripetibile”, cioè da rinnovare ogni volta che si rende necessaria e si applica l’articolo 2 della legge 194/78. Nel caso in cui il farmacista si rifiuti di dispensare il contraccettivo d’emergenza senza prescrizione, occorre presentargli copia della determina AIFA del 1 febbraio 2016 e se dovesse continuare a rifiutare di consegnarvi la pillola allora ti consigliamo di contattare le autorità, poiché la legge impone che tu possa ricevere tale farmaco.

Nel caso in cui tu fossi minorenne e il medico non ti dovesse prescrive la pillola del giorno dopo perché obiettore, basterà ricordargli che l’obiezione di coscienza è prevista dalla legge 194/78 solo per l’interruzione volontaria di gravidanza e non per la pillola del giorno dopo.

Se da minorenne non ci si volesse rivolgere al proprio medico di base per la prescrizione per la pillola del giorno dopo si può ottenere anche in questi posti: In Pronto Soccorso, aperto 24 ore su 24 tutti i giorni della settimana; in un Consultorio pubblico, negli orari di apertura previsti (noi consigliamo sempre il consultorio giovani di via Azuni 8); dal proprio medico di base; dalla Guardia medica nei festivi e prefestivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.