Malala Yousafzai torna in Pakistan 10 anni dopo l”attentato

Il giorno 11.10 si è celebrata la giornata internazionale delle ragazze e Malala Yousafzai , la coraggiosissima ragazza pakistana, premio Nobel per la Pace , si è recata nel suo Paese natale, in visita alle comunità vittime di recenti inondazioni che hanno devastato intere zone rurali, a dieci anni esatti di distanza dall’attentato cui è sopravvissuta ad appena 15 anni, diventando un simbolo della resistenza all’estremismo religioso.

<span;>Era infatti <span;>il 9 ottobre 2012<span;> quando membri del gruppo Tehreek-e-Taliban Pakistan, i talebani pachistani, fecero irruzione sul mezzo su cui l’allora 15enne Malala viaggiava di ritorno da scuola e la colpirono con un proiettile alla testa: la sua ‘colpa’ aver fatto campagna a favore della scolarizzazione delle ragazze. Malala fu trasportata d’urgenza nel Regno Unito dove fu operata e si salvò.

<span;>Nel 2014 fu insignita del premio Nobel per la pace, la più giovane nella Storia a riceverlo. Il suo discorso  ricco di forza e dignità commosse il mondo intero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.